Il bus VW del futuro | Volkswagen Blog

Il bus VW del futuro

Feb 26, 2018 | Mobilità elettrica

Libertà: ecco ciò che molti hippy cercavano e riuscirono persino a trovare negli anni 60. Grazie a questa generazione di «figli dei fiori» amanti della libertà, il «bussino VW» – meglio noto come Bulli – conobbe uno straordinario successo. Il leggendario bus VW è destinato a celebrare il proprio ritorno sulla scena in un futuro molto prossimo, in una variante a trazione elettrica: con il concept I.D. Buzz. Anche tu hai voglia di fare i bagagli, salire sull’I.D.Buzz e percorrere la Route 66? Qui ti sveleremo le caratteristiche più affascinanti di questo futuristico bus VW.

Concept I.D. Buzz

Autonomia: 600 km / Trazione integrale a zero emissioni / Potenza complessiva: 374 CV/275 kW (150 kW davanti e dietro) / Passo: 3300 mm / Accelerazione 100 km/h in 5 sec. / Velocità massima: 160 km/h

I.D. Buzz – catalizzatore di sguardi al NAIAS di Detroit

Al North American International Auto Show (NAIAS) di Detroit l’icona di casa Volkswagen si è presentata in una nuova veste: l’I.D. BUZZ è il microbus dell’era moderna. Si tratta del primo pulmino multivariabile al mondo a trazione elettrica con una modalità di marcia interamente automatizzata. Il motore elettrico dovrebbe arrivare a 600 chilometri di autonomia. Il senso di libertà tipico del bus VW entra così in una nuova era della mobilità. Al momento, però, si tratta ancora di un concept. La realizzazione è prevista a partire dal 2020.

«I.D. Pilot»: dalla modalità manuale alla modalità interamente automatizzata

L’I.D. Buzz vanta spazi generosi e ottime condizioni di comfort. Il prototipo prevede fino a otto posti a sedere. E il meglio deve ancora venire: basta una lieve pressione sul volante perché quest’ultimo scompaia fondendosi perfettamente con il cruscotto. A partire da questo momento, l’I.D. Buzz può avanzare in modo completamente automatizzato, è infatti il cosiddetto «I.D. Pilot» a occuparsi della guida. Non resta che appoggiarsi allo schienale e rilassarsi: il conducente, a partire da quel momento anche passeggero, può girare il sedile e scambiare due chiacchiere con gli altri passeggeri. Difficile immaginarsi qualcosa del genere, vero?

Dal volante al volante pad

Non esiste più il classico volante nell’I.D. Buzz. Al suo posto è stato integrato un tablet estraibile. Elementi quali infotainment e climatizzatore possono essere azionati semplicemente mediante contatto, una sorta di funzione touch. Scompare anche la plancia tradizionale. Le informazioni principali vengono proiettate virtualmente in 3D sulla carreggiata mediante head-up display abilitato per la realtà aumentata (AR – Augmented Reality) e posizionato nel campo visivo del conducente. Credi che ciò non sia possibile? Allora fatti spiegare il design dell’I.D. Buzz da Klaus Bischoff, il responsabile Design Volkswagen.

Share This

Your browser is outdated!

For the best user experience, please update your browser.